Il Corriere Innovazione mostra in un articolo l’utilità della realtà virtuale anche in un momento così difficile per la popolazione. I principali musei in Italia e nel resto del mondo offrono da qualche tempo la possibilità di un virtual tour per far conoscere le loro opere, ma mai come ora l’impossibilità di visitarli e di viaggiare fisicamente a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19 aveva reso tanto utile questo servizio. Gli appassionati dell’arte, gli studenti che in questi giorni non vanno a scuola e tutti coloro che in Italia possono uscire di casa solo lo stretto necessario, possono ora sfruttare l’opportunità digitale di conoscere i capolavori dei principali musei al mondo. Di seguito quelli che da maggior tempo sono a portata di click.

I Musei Vaticani

I Musei vaticani offrono tutto quello che nel corso dei secoli ha dato lustro alla storia dell’arte e al potere temporale dei papi. Una collezione praticamente infinita di opere che trova il suo apice nelle sale di Raffaello e nel Giudizio universale di Michelangelo, sotto il quale per ogni elezione di Papa si riunisce il conclave prima della fumata bianca. (www.museivaticani.va)

Il Louvre

Le visite virtuali permettono uno sguardo a 360 gradi su ogni sala. La Gioconda è solo il capolavoro che da sempre attrae il maggior numero di visitatori, ma nel tour infinito del più grande museo parigino nell’isolamento obbligatorio è possibile ritrovare tutte le altre grandissime opere che hanno reso celebre uno dei più grandi in assoluto. (www.louvre.fr)

Guggenheim Museum

Al momento volare oltre Oceano sarebbe alquanto complicato, perciò invece di raggiungere New York si possono ammirare le principali mostre e collezioni del Guggenheim anche da casa. La visita virtuale inizia già con il museo in sé, un’opera d’arte nel suo stile architettonico particolare progettato da Frank Lloyd Wright. A seguire tutti i capolavori di Franz Marc, Piet Mondrian, Jeff Koons e sopratuttto Picasso. (www.guggenheim.org)

British Museum

Non poteva mancare un museo che permette al visitatore, anche virtuale, di tuffarsi letteralmente nella storia. La sezione egizia, quella greca, quella romana, quella asiatica, e non solo, sono tutte visitabili online. All’interno dello storico polo museale sono presenti oltre 8 milioni di oggetti provenienti da ogni parte del mondo, anche da Pompei ed Ercolano. (www.research.britishmuseum.org)

Dalì Theatre Museum

Tutto quello che occorre sapere su Salvador Dalì può essere ritrovato in questo castello-museo presente nella sua città natale, Figueres. Il tour virtuale permette di conoscere in maniera approfondita le sue opere principali, ma nel corso della visita sarà ripercorsa la vita e l’evoluzione nel suo stile dello stesso Dalì, raccontati nella sua stessa maniera. (www.salvador-dali.org)

Museo Nacional Del Prado

Attraverso i capolavori del Prado sarà possibile ripercorrere la storia dell’arte nazionale spagnola e non solo. I più grandi artisti e le loro collezioni, da Francisco Goya a Francisco Bayeu, dai nudi ai paesaggi, fino alla tecnica utilizzata per i singoli capolavori. (www.museodelprado.es)

Fonte: http://corriereinnovazione.corriere.it/